Accesso ai servizi

LA NOBER SI OFFRE DI RIPARARE I DANNI AL PARCO GIOCHI INCLUSIVO, IL SINDACO RINGRAZIA



LA NOBER SI OFFRE DI RIPARARE I DANNI AL PARCO GIOCHI INCLUSIVO, IL SINDACO RINGRAZIA


Era lo scorso luglio quando a Chiusa di Pesio terminavano i lavori di installazione del nuovo parco giochi inclusivo, situato nei pressi della Scuola Primaria. Un progetto di interesse collettivo, nato dalla volontà dell’amministrazione comunale di garantire a tutti i bambini le stesse opportunità di gioco e facilitare l’interazione. Frutto di un contributo della Regione Piemonte, del Premio Piemonte Innovazione promosso dall’Anci e di un finanziamento da parte del Comune, nei giorni scorsi è passato alle cronache per essere stato vandalizzato.

                           

Ma anche i tempi bui come quelli che stiamo attraversando sanno riservare delle belle sorprese: contatta dall’Ufficio Tecnico comunale, la ditta Nober, che era stata incaricata di realizzare il parco giochi, ha già provveduto alla riparazione e si è offerta di farlo a spese proprie. “A nome mio personale, dell’amministrazione comunale e dell’intera comunità chiusana, voglio esprimere il più vivo e sentito ringraziamento a Marco Bertone, responsabile della ditta Nober, e a tutti i suoi collaboratori”, commenta il sindaco Claudio Baudino. “Oltre a essere un’eccellenza cuneese nella produzione di attrezzature ludiche ad uso pubblico, ha dimostrato anche una grande sensibilità. Stiamo attraversando un periodo complesso in cui abbiamo particolarmente bisogno di sostenerci gli uni con gli altri: i gesti di vicinanza e collaborazione come questo incoraggiano ad andare avanti con rinnovato slancio e impegno”.